Home Politica

Trump ha provato a prendersela con Greta Thunberg, ma lei gli ha risposto benissimo

Forse il Presidente degli Stati Uniti non dovrebbe mettersi a insultare le ragazzine sui social

Greta Thunberg durante il suo discorso a Bruxelles del 21 febbraio. Foto di Maja Hitij/Getty Images

Donald Trump è ossessionato dall’essere eletto “persona dell’anno” da TIME. Già nel 2013 retwittava i suoi fan che gli dicevano che avrebbe dovuto ricevere quell’onore. E già prima di venire effettivamente nominato “persona dell’anno” nel 2016, nei suoi club di golf c’era sempre incorniciata una finta copertina di TIME fatta con Photoshop con lui protagonista. Quindi non deve sorprendere il fatto che quando TIME ha nominato “persona dell’anno” per il 2019 l’attivista ambientalista 16enne Greta Thunberg, che ha criticato più volte Trump perché si ostina a negare il cambiamento climatico, il Presidente degli Stati Uniti non l’abbia presa proprio benissimo. Trump ha scritto su Twitter che Greta Thunberg deve lavorare sul suo “problema di gestione della rabbia”.

“Ridicolo”, ha scritto Trump, “Greta deve lavorare sul suo problema di gestione della rabbia, e poi guardarsi un bel film con gli amici!”

Pochi minuti dopo il tweet di Trump, Greta Thunberg ha risposto aggiornando la sua bio su Twitter: “un’adolescente che sta lavorando sul suo problema di gestione della rabbia. Al momento mi sto rilassando e sto guardando un bel film con gli amici”.

 

Non è la prima volta che Trump cerca di bullizzare su Twitter Greta, che ha detto pubblicamente di avere la sindrome di Asperger, una forma di autismo. Lo scorso settembre il presidente aveva postato un video del discorso di Greta Thunberg alle Nazioni Unite sulle gravi conseguenze del cambiamento climatico, aggiungedo in modo sarcastico: “Pare un ragazzina molto felice che guarda verso un futuro luminoso e meraviglioso. Che bella visione!”

Forse sarebbe meglio che la moglie di Trump, Melania, che aveva annunciato che durante il suo periodo da first lady si sarebbe occupata con particolare attenzione del tema del cyberbullismo, gli ricordasse che il Presidente degli Stati Uniti non dovrebbe mettersi a insultare le ragazzine sui social.

Leggi anche